Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Progetto di cooperazione NaturKosovo: al via i lavori di manutenzione della Via Dinarica

Sono partiti in Kosovo i lavori di manutenzione della Via Dinarica, la rete di sentieri escursionistici che collega villaggi e comunità montane lungo i Balcani Occidentali. Armati di tabelle, ometti di pietra e segnavia bianco-rossi, gli esperti del Club Alpino Italiano (CAI) e delle associazioni alpinistiche delle Municipalità di Peja, Decan e Junik – nell’ambito del progetto italiano di cooperazione allo sviluppo “NaturKosovo” – hanno iniziato a lavorare al ripristino del tracciato montano esistente, alla ripulitura dei sentieri e all’installazione della nuova segnaletica orizzontale.

«Si tratta di un primo punto di arrivo di un percorso iniziato lo scorso anno con azioni di ricognizione e pianificazione degli interventi necessari a consolidare il sistema sentieristico e che proseguirà con l’ampliamento del tracciato attuale, l’apertura di varianti e percorsi complementari volti ad arricchire le opzioni disponibili per gli appassionati», spiegano l’Ambasciatore d’Italia in Kosovo Antonello De Riu e la Direttrice dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) di Tirana, Stefania Vizzaccaro.

«Valore aggiunto di “NaturKosovo” è rappresentato dallo scambio virtuoso di esperienze e buone pratiche tra attori italiani e kosovari del settore, come dimostrato dal lavoro congiunto che gli esperti dei Club Alpini del Kosovo e del Club Alpino Italiano stanno realizzando assieme non soltanto nell’ambito della sentieristica, ma anche in quello del soccorso alpino», aggiunge il Presidente del CAI Antonio Montani.

Prospettive del programma di cooperazione e future azioni di intervento sono al centro di una conferenza stampa in programma oggi, 15 giugno, presso l’iconico mulino di Peja denominato “Mulliri i Haxhi Zekes”. Oltre all’Ambasciatore De Riu e al Presidente del CAI Montani, partecipano la Ministra kosovara dell’Industria, Impresa e Commercio Rozeta Hajdari, il Presidente della Federazione Alpinistica del Kosovo (FBNSK) Arianit Nikqi e il Responsabile del settore Ambiente e Natura di AICS Tirana Giovanni Timillero.

«Con questo evento intendiamo anche avviare la prossima fase di progetto, e cioè un innovativo schema di sovvenzioni, dal valore complessivo di 360.000 euro, a favore di piccole imprese turistiche operanti sul tratto kosovaro della Via Dinarica, quali agriturismi, B&B e guest-house. L’obiettivo in questo caso è innalzare sia la qualità che la quantità dei servizi turistici esistenti, al fine di rendere il Kosovo pronto ad accogliere adeguatamente un numero più elevato di hiker europei e internazionali. Centrale in quest’ottica è lo sviluppo dell’imprenditoria femminile e giovanile, finalizzata a promuovere una crescita economica sostenibile e la creazione di nuovi posti di lavoro», aggiunge l’Ambasciatore De Riu.

“NaturKosovo: il capitale naturale e culturale in Kosovo e lo sviluppo turistico sostenibile della Via Dinarica” è un’iniziativa del valore di 1,8 milioni di euro finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo con il supporto dell’Ambasciata d’Italia a Pristina, implementata dalle ONG italiane RTM e CELIM, in partenariato con Utalaya Foundation, CAI – Club Alpino Italiano, CNSAS – Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, AITR – Associazione Italiana Turismo Responsabile e in collaborazione con la Federazione Alpinistica e dell’Arrampicata Sportiva del Kosovo.