Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Italia rafforza la cooperazione con le dogane del Kosovo

dogane1

Una delegazione guidata dal direttore dell’Ufficio Relazioni internazionali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), Andrea Mazzella, e dal Ten. Col., Esperto della Guardia di Finanza per Albania, Kosovo e Montenegro, Giampiero Carrieri, ha incontrato a Pristina il direttore delle dogane kosovare, Agron Llugaliu. A parteciparvi anche l’Ambasciatore italiano in Kosovo, Antonello De Riu.

Al centro dei colloqui, il rafforzamento dell’attuale collaborazione doganale per un più efficace contrasto ai traffici illeciti, ma anche le modalità più opportune per effettuare i controlli senza inficiare i proficui scambi commerciali che, nel periodo gennaio-ottobre 2023, hanno comunque fatto registrare un +7,3% sull’anno precedente.

L’impegno di ADM e della Guardia di Finanza in Kosovo si tradurrà, inoltre, in assistenza amministrativa e in attività di formazione a favore dei funzionari doganali kosovari, tramite specifiche esperienze di training on the job.

L’azione di sostegno italiana alle dogane kosovare punta a favorire l’integrazione economica regionale nei Balcani occidentali sulla base dell’accordo di libero scambio Cefta (Central European Free Trade Agreement) attrasverso l’implementazione di un sistema per lo scambio elettronico dei documenti commerciali.

L’incontro è avvenuto a poche settimane dalla visita a Roma del direttore delle dogane albanesi, a conferma dell’impegno di ADM verso un’area, quella dei Balcani occidentali, di primaria rilevanza per gli interessi economici e strategici dell’Italia.