Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Settimana della lingua italiana in Kosovo: 7 giorni all’insegna della letteratura e dell’ambiente

settimana

Torna la Settimana della lingua italiana nel mondo (16-22 ottobre 2023), tradizionale rassegna che ogni anno mobilita la rete culturale e diplomatico-consolare italiana all’estero. Per l’occasione, l’Ambasciata d’Italia a Pristina e l’Istituto Italiano di Cultura di Tirana, competente anche per il Kosovo, presentano un articolato programma di eventi, con mostre, dibattiti e proiezioni pensati per un pubblico sia adulto che giovane. Tema della Settimana è “L’italiano e la sostenibilità”; l’obiettivo è di promuovere nel mondo, attraverso la lingua italiana, la cultura della sostenibilità portata avanti da un Paese all’avanguardia sulle tematiche ambientali. Al centro degli eventi anche la figura di Italo Calvino (1923-1985), tra i maggiori scrittori italiani del secondo Novecento, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita. Si tratta di un autore dal visionario pensiero ecologista che nelle sue opere ha spesso esplorato il rapporto tra uomo e natura e l’alienazione dell’individuo in città sempre più industrializzate.

La Settimana si apre lunedì 16 ottobre con l’inaugurazione al Museo Nazionale del Kosovo – Lapidarium della mostra di illustrazioni “Eccellenze italiane – Figure per Italo Calvino” (a cura della Cooperativa Giannino Stoppani/Accademia Drosselmeier per Bologna Fiere, Regione Emilia Romagna e del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale). In mostra le opere di 31 illustratori italiani e stranieri che nel tempo si sono cimentati con la rappresentazione grafica dei testi di Calvino dedicati ai lettori più giovani. La mostra è aperta al pubblico dal 17 al 22 ottobre (ore 10 – 18) con ingresso gratuito.

Di Calvino si parla anche nell’evento organizzato all’Ambasciata d’Italia mercoledì, 18 ottobre con la conferenza di Riccardo Castellana (Università di Siena) dedicata a Il sentiero dei nidi di ragno (Einaudi, 1947), primo romanzo dello scrittore italiano. Modera Majlinda Bregasi (Università “Hasan Prishtina”).

Alla Facoltà di Filologia del principale ateneo kosovaro è in programma, giovedì 19 ottobre, il talk “Fuori dal mondo” di Christian Balzano, ideato dall’artista italiano per sollevare interrogativi sulla condizione del pianeta, la natura contaminata e contaminante. Di ambiente si parla anche nel film di animazione Yaya e Lennie – The Walking Liberty (2021) diretto da Alessandro Rak, in programma venerdì 20 al Cinema “Kino Armata”. Nella stessa giornata si tiene anche l’inaugurazione della sezione di libri italiani tradotti in lingua albanese, donati dall’Istituto Italiano di Cultura di Tirana all’Università di Pristina.

Durante tutta la Settimana avranno luogo letture da testi di Italo Calvino e laboratori sulla sostenibilità: sono coinvolti il “Centro Linguistico” dell’Università “Hasan Prishtina”, la scuola “Don Bosko”, “Qendra Dante”, “Britannica ELT” e “UBT” con Raffaella Ritucci (lettrice MAECI), Andjana Makolli, Arjieta Berisha e Edmond Ramadani.

“Ci apprestiamo a celebrare un appuntamento che, da 23 anni e con il coinvolgimento della nostra rete diplomatico-consolare, anima il dibattito sulla nostra lingua nel mondo, quest’anno incentrato sul concetto di sostenibilità. La lingua italiana, dunque, come strumento di accesso alla comprensione, alla consapevolezza, all’educazione e al rispetto dell’ambiente. Parleremo di italiano e di sostenibilità non solo per illustrare l’impegno dell’Italia nella lotta al cambiamento climatico, ma anche per approfondire l’opera di uno dei maggiori intellettuali italiani del Novecento, Italo Calvino, nel centenario dalla sua nascita. Attraverso un dibattito e una mostra di disegni pensata per i più giovani, ma non solo, cercheremo di stimolare una riflessione sull’impatto della nostra civiltà sull’ambiente, che è stato uno dei temi centrali delle opere dello scrittore. Nei secoli, l’idea di ambiente e di relazione tra umano e naturale si è formata anche attraverso la letteratura. Ma è soprattutto nell’epoca contemporanea – esposta alle conseguenze della crisi climatica, al crollo della biodiversità, al diffondersi delle pandemie – che letteratura ed ecologia trovano elementi di reciproca implicazione. L’auspicio è che la rilettura dell’opera di Calvino, possa aiutarci a diventare più consapevoli, meno indifferenti, e disposti a creare un pianeta migliore” ha dichiarato l’Ambasciatore Antonello De Riu.

La Settimana della Lingua italiana nel mondo si tiene ogni anno nella terza settimana di ottobre. Viene organizzata dalla rete diplomatico-consolare e dagli Istituti Italiani di Cultura in collaborazione con i principali partner per la promozione linguistica (Ministero della Cultura MiC, Ministero dell’Istruzione e del Merito MIM, Ministero dell’Università e della Ricerca MUR, Centro per il Libro e la Lettura CePeLL, Governo della Confederazione Elvetica, Accademia della Crusca, Consiglio Generale degli Italiani all’Estero CGIE, Comunità Radiotelevisiva Italofona, Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, RAI Italia e Società Dante Alighieri). La Settimana è divenuta nel tempo la più importante rassegna su scala globale dedicata alla lingua italiana. Sin dalla sua istituzione nel 2001, questo appuntamento riceve annualmente l’Alto Patronato da parte della Presidenza della Repubblica.

Seguite sui social gli eventi della XXIII Settimana della lingua italiana nel mondo – #SLIM2023

V. in allegato il programma delle iniziative organizzate in Kosovo.